STUDIO TECNICO

Ingegneria e sicurezza sul lavoro

InformazioneFormazione1 900x280Come noto la normativa introdotta dall’art. 37 del D. Lgs. 81/08 prevedeva obblighi formativi ed un aggiornamento periodico per Datori di lavoro che assumono in proprio l’incarico di RSPP, Responsabile ed Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, lavoratori, dirigenti, preposti, addetti alle emergenze e rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Modalità e durata della formazione e dell’aggiornamento periodico per le figure sucitate venivano ahimè rimandate a successiva decretazione, essendo già state definite modalità e durata della formazione e l’aggiornamento triennale degli addetti al primo soccorso e quello quinquennale per ASPP e RSPP.
L’accordo in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano del 21.12.2011 n.221, in ossequio alla previsione legislativa ha definito modalità e durata dell’aggiornamento quinquennale per: Datori di lavoro che assumono in proprio l’incarico di RSPP, dirigenti, preposti e lavoratori.
Restano ancora a rigore da stabilire modalità e durata degli aggiornamenti per gli Addetti antincendio, con decreto del Ministero degli Interni e dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, con accordo fra parti sociali: al momento per queste due figure valgono si applicano a nostra interpretazione aggiornamenti per lo meno quinquennali (dal momento che il D.Lgs. 81/08 vuole l'aggiornamento al più oigni 5 anni per tutte le figure della sicurezza).
Il provvedimento legislativo dello scorso dicembre prevede importanti e spesso problematiche (dal punto di vista economico purtroppo per il noto badget delle Scuola italiane) novità.

Obbligo di formazione dei lavoratori su due moduli per complessive 12 ore:

    • un primo modulo - FGL - della durata di 4 ore, relativo alla Formazione Generale in materia di igiene e sicurezza sul lavoro: concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza, erogabile anche in modalità E-Learning;
    • un secondo modulo specifico - FSL - relativo ai rischi riferiti alle mansioni,ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell’azienda. La durata del secondo modulo varia in funzione della classe di rischio; per la scuola, inserita nella classe di medio rischio, la durata prevista è di almeno 8 ore.
    • aggiornamento periodico, con cadenza quinquennale, di 6 ore. Da notare che al momento le 6 ore di aggiornamento possono prevedersi a fine quinquennio o parimenti distribuite all'interno del quinquennio in modo da seguire gli aggiornamenti normativi. Riteniamo la seconda delle due la strada più opportuna per adempiare a tale obbligo.

Gli aspetti problematici per le Istituzioni Scolastiche derivanti dal notevole incremento delle ore di formazione in termini di costi, gestione del personale e funzionalità didattica, sono per fortuna mitigati da alcune importanti novità:

    • portabilità della formazione da scuola a scuola, che elimina l’obbligo di una nuova formazione in caso di passaggio ad altra Istituzione Scolastica ed annulla di fatto la ritualità annuale della formazione;
    • validità della formazione già effettuata con le precedenti modalità, che praticamente comporta, per tutte le istituzioni scolastiche il solo obbligo di aggiornamento quinquennale delle diverse figure, a partire dalla data dell’ultimo momento formativo;
    • la possibilità di svolgere il modulo FGL e l’aggiornamento quinquennale anche con modalità “E-learning”

Obbligo di formazione dirigenti per complessive 16 ore ed aggiornamento quinquennale di 6 ore, sostitutiva di quella prevista per i lavoratori. La formazione, effettuata in data antecedente o entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore dell’Accordo, viene riconosciuta come valida e la scadenza quinquennale dell’aggiornamento periodico parte dalla data di effettuazione del corso.

Obbligo di formazione preposti per complessive 8 ore ed aggiornamento quinquennale di 6 ore, aggiuntiva a quella prevista per i lavoratori. Anche in questo caso la formazione effettuata in data antecedente o entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore dell’accordo, viene riconosciuta come valida e la scadenza quinquennale dell’aggiornamento periodico parte dalla data di effettuazione del corso.

Aggiornamento Formazione Addetti ai servizi antincendio: a causa della mancata emanazione del Decreto attuativo, non è ancora definito alcun obbligo di aggiornamento. In ogni caso deve intendersi il limite di 5 ani come validità ultima della pregressa formazione. E' attualmente in revisione il testo del DM 10/03/1998 le cui modifiche pare debbano fra l'altro prevedere proprio l'obbligo dell'aggiornamento triennale (mutuandolo dal DM 388/03 per il Primo Soccorso aziendale) per gli addetti antincendio.

Aggiornamento Formazione Addetti al Primo Soccorso: aggiornamento obbligatorio triennale di 4 ore dalla data di rilascio del corso base di 12 ore, come stabilito dal DM 388/03. 

Aggiornamento Formazione RLS in assenza di accordi nazionali con le associazioni sindacali, l’obbligo di aggiornamento non è ancora definito alcun obbligo di aggiornamento.

STUDIOTECNICOSV utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.